98 Condivisioni
 

Subentro linea telefonica aziendale: sfatiamo un mito

Inizio col dire che quanto sto per raccontare sull’argomento sul subentro linea telefonica sono un insieme di cose , che ho visto accadere a tantissimi imprenditori, a centinaia dei clienti incontrati nella mia carriera di consulente nella telefonia business e proprio per questo motivo ho deciso di dare vita a quest’articolo. In moltissimi hanno sottovalutato il subentro linea telefonica aziendale, pensando che fosse un qualcosa di burocratico; Fatto il modulo e inviato, tutto è finito, come succede di norma per altro genere di servizi nelle volture utenze. Non avete realmente idea di quanto queste parole, quest’idea che frulla nella testa di ogni imprenditore prima di imbattersi in questa questione sia quanto di più sbagliato. Probabilmente non mi conosci, non sai chi sono e francamente dubito sia di tuo interesse, ma sono certo che se sei mai incappato o hai mai effettuato un subentro della linea telefonica, i capelli ti sono diventati veramente DRITTI! Se invece ti stai imbattendo per la prima volta nell’argomento, non farti scappare questa grande occasione, prima di bruciare centinaia o migliaia di euro, esclusivamente a causa di alcuni “cavilli tecnici”, che in fase di subentro telecom, subentro infostrada , voltura fastweb o  nel cambio intestatario sim vodafone, ti sei ritrovato nella tua fattura di telefonia aziendale; quindi presta attenzione a quest’argomento. Di cosa sto parlando? Credi che il cambio intestatario nella voltura telefono è un qualcosa di facile, di semplice? I call center delle varie compagnie affermano, nella maggior parte dei casi che non ci sono costi da pagare o peggio ancora, che cè una piccola quota e che per il resto tutto rimane invariato. Sarà vero? Oppure è una bugia? Be la verità sta nel mezzo, perché in fase di subentro telecom, subentro vodafone o subentro fastweb o di molti altri operatori telefonici c’è qualche piccolo ostacolo, un qualcosa di scritto specie nel modulo di subentro telecom, nel modulo subentro vodafone o nella procedura di fastweb subentro, che potrebbe andarti di traverso. Ma le vere soprese devono ancora manifestarsi! Cominciamo ad affrontare il discorso della voltura per la linea telefonica? Sei davvero pronto? Iniziamo……

Qual’è la documentazione utile al fine di procedere con il subentro della linea telefonica?

Come prima cosa, al fine di procedere alla voltura della tua linea telefonica con qualsiasi gestore, dobbiamo recuperare alcuni documenti necessari e obbligatori come:
  • Visura camerale del precedente intestatario entro i sei mesi di validità dalla richiesta di subentro.
  • Visura camerale nuovo intestatario entro i sei mesi di validità dalla richiesta di subentro con stato dell’azienda attivo.
  • Documento di riconoscimento del precedente intestatario in corso di validità.
  • Documento di riconoscimento del nuovo intestatario in corso di validità.
Ricordando inoltre. che tutte le richieste accompagnate da visura di evasione, visura ordinaria con stato dell’azienda inattiva o con documentazione poco leggibile , vengano SCARTATE! Raccolti tutti questi documenti, andremo a scaricare il modulo per la richiesta di subentro della linea telefonica dal sito del nostro operatore , faxsimile che si differenza da gestore a gestore con sfaccettature e cavilli del tutto diversi fra loro , ma andiamo ad analizzare quali possono essere i singoli casi studio per i grandi operatori nazionali.
Subentro Vodafone
Subentro Vodafone

Subentro linea telefonica con Vodafone Aziende o voltura Vodafone Business.

In Vodafone subentro, potremmo portare avanti la richiesta con 2 canali distinti, una documentale (classica) da ritrasmettere all’operatore e/o un’altra online dove la richiesta potrà essere effettuata totalmente dal sito Vodafone business, allegando la documentazione dettata sopra in pdf dall’area riservata. In ambedue i casi nel modulo subentro vodafone, sia nella versione documentale che in quella online scaricabile dal loro sito a questo indirizzo https://v1.vodafone.it/portal/resources/media/Other/modulo_subentro.pdf , troveremo durante la sua compilazione alcuni passaggi essenziali, (raccolta dei dati anagrafici, delle numerazioni fisse e mobili oggetto di subentro), ma , ecco la prima obiezione, bisogna stare attenti, perché proprio in prima pagina, scritto in piccolo, il punto 4 del modulo recita, quanto segue: La cessione del contratto comporta l’attivazione in capo al Cessionario del piano tariffario del Cedente, fatto salvo il caso in cui detto piano non sia più disponibile. In questo caso, Vodafone attiverà al Cessionario un piano standard tra quelli disponibili alla data della cessione del contratto (piano che sarà comunicato via SMS, via email o con altri mezzi idonei comunicati al Cedente da Vodafone), eventuali corrispettivi per recesso anticipato verranno addebitati al Cedente in un’unica soluzione. Tradotto in parole povere cosa significa tutto questo? La prima è che, se il vecchio intestatario possiede un piano tariffario non più sottoscrivile, non essendo più sul mercato, per ragioni a noi oscure, non potrà più essere trasmesso al nuovo intestatario e quindi all’atto della richiesta di subentro, Vodafone di sua totale iniziativa e a suo insindacabile giudizio, potrebbe in maniera arbitraria , assegnare un altro piano totalmente diverso, sia nei servizi che nei costi, rispetto a quello attivo in precedenza con il cessionario e di pari passo ciò comporta un ulteriore aggravio di costi, poiché nella maggior parte dei casi si andrà a perfezionare la richiesta da già cliente, con tariffe più elevate rispetto alle offerte riservate ai nuovi clienti. La seconda sfaccettatura, specie se questo subentro per quanto “cambio di intestazione” magari riporta soci uguali o diversi, è che si addebiterà in unica soluzione al vecchio intestatario altri costi, come recupero di eventuali promozioni precedentemente sottoscritte, addebiti concordati in maniera rateale (eventuali rate di terminali fissi e mobili e/o eventuali costi di attivazione ancora in corso di addebito) tutto ciò verrà totalmente fatturato in unica soluzione, gestione molto simile all’interruzione contrattuale, come se di trattasse quasi del tutto a un recesso contrattuale. Si tratta di qualcosa del tutto legale? Si lo è, perché è ben specificato nelle condizioni generali di contratto, ma allo stesso tempo sconcertante perché fin quando la richiesta non viene presa in carico e gestita, non saprete e non avrete idea in alcun modo possibile di quale sarà il piano / servizio e costo mensile futuro. Tutto ciò ti sembra possibile e corretto??
subentro tim
subentro tim

Subentro linea telefonica con Tim Business nella voltura telefono e rispettivo mantenimento della numerazione tramite la richiesta con il modulo di subentro impresa semplice

Contrariamente a Vodafone, il caso di voltura tim business / impresa semplice è aimè, ancora più complesso, perché le sfaccettature sono veramente diversificate; Andiamole a vedere singolarmente. Come prima cose bisogna fare una piccola premessa, TIM BUSINESS, articola i modi di subentro della linea telefonica in 2 macro categorie:
  • Subentro a titolo gratuito
  • Subentro oneroso
Il subentro a titolo gratuito comporta e si applica esclusivamente:
  • In caso di successione a titolo universale e mantenendo insegna/intestazione partita iva, in poche parole variando esclusivamente il legale rappresentante.
  • In caso di trasformazione societaria, cioè il mantenimento dell’insegna e della partita iva ma variando esclusivamente i componenti soci e/o amministratore.
Questa tipologia con telecom subentro definisce di fatto e mantiene attivi tutti i servizi e i costi precedentemente concordati e stipulati Il subentro oneroso, invece riguarda tutti quei casi in cui varia l’intestazione, i soci, l’anagrafica, una nuova società afferente ad una nuova partita iva e si paga un piccolo contributo di 12,91€ per la gestione della pratica , come definito all’interno del modulo subentro telecom. Sarà tutto qui o, come Vodafone, ci sono altre sorprese? E’ davvero una domanda retorica, se hai capito il senso e il potenziale di tale articolo, ti posso garantire che abbiamo appena aperto il vaso di pandora, specie in caso di subentro oneroso, scopriamo di cosa stiamo parlando. Ecco il modulo subentro tim, scaricabile da questo link: https://assistenza.timbusiness.it/guida/wp-content/uploads/2015/08/AA1Modello_di_Subentro_FISSO.pdf Nella richiesta di voltura telecom troveremo tante postille, note, quella di nostro interesse è presente nella pagina n° 2 , vedi lo screenshot sottostante che riporta quanto segue: Il Subentrante con telecom voltura dichiara di conoscere e accettare le disposizioni contenute nelle Condizioni Generali di Contratto per l’accesso al Servizio Telefonico di base e/o nelle Condizioni Generali di Contratto del Servizio Broadband presenti sul sito impresasemplice.it. e di essere a conoscenza che eventuali Offerte di Pricing e le Offerte/Servizi Digital e IT/ICT presenti sulla linea/e oggetto di subentro, sottoscritte dal Subentrato precedente intestatario, saranno cessate. Il Subentrante, rilevando il/i contratto/i relativo/i alla/e utenza/e, dichiara di assumere a proprio carico ogni onere, accertato o ancora da accertare, maturato dal Subentrato precedente intestatario. Tutto questo cosa significa? Il subentrante accetta di fatto implicitamente con il cambio anagrafico, con il subentro della linea fissa aziendale, si di possedere la numerazione del precedente intestatario se ambe due le parti accettano e firmano il modulo di subentro, ma, soprese delle sorprese, non potrà in alcun modo mantenere il piano tariffario, le promozioni precedentemente sottoscritte dal cedente, specie se sono presenti particolari vantaggi economici. Quindi? Significa che a subentro completato e senza magari aver dedicato la giusta attenzione al modulo, cosa che ho visto succedere moltissime volte, ti ritroverai in base al tuo profilo tariffario di origine tutte le chiamate a consumo! Si hai capito tornare indietro di 20 anni, andando a pagare probabilmente tutte le chiamate urbane , interurbane e sicuramente tutte le chiamate fatte verso i cellulari e vedendosi recapitare poi la fattura con la nuova intestazione, avrai una vera e propria bomba economica fra le mani che ti costringerà a contattare l’area clienti 191 per avere spiegazioni. Il 191 , ti fornirà dei piani tariffari di atterraggio ben diversi nel prezzo e probabilmente nei servizi rispetto a quanto si aveva attivo in precedenza, con enorme gap sui prezzi promozionali in caso di nuova utenza / rientro in Tim. Ma mi preme ricordarti che, almeno per la successiva fatturazione ti ritroverai nuovamente una bomba, poiché essendo i conti telefonici con pagamento postpagato, cioè prima usi e poi paghi, la variazione fatta con il servizio clienti troverà applicazione solo e forse in maniera parziale con il rendiconto telefonico successivo alla richiesta di variazione concordata e potrai avere si una flessione economica, ma mai pari o simile al costo della linea del cedente, specie se rientrata da altro gestore. Non volermene , ma ancora non abbiamo finito… La cosa più assurda e ti posso garantire che lungo la mia carriera ho visto realmente concretizzarsi questa sfaccettatura, è che se il precedente intestatario oggetto di subentro, nutre dei debiti nei confronti di TIM (fatture non sanate), sarai tu a fartene carico, sarai costretto a pagare interamente tutto l’ammontare scaturito in precedenza, importo che ti verrà reso noto solo dopo aver subentrato la numerazione, quindi di fatto facendo un passo nel buio senza mezzi termini. Ok, così facendo abbiamo definito la parte generica e i tipi e i modi dei subentri di TIM BUSINESS, ma per i servizi VoiP, cioè quelli che tra il 2016 – 2018 si sottoscrivono con maggiore interesse , fornendo connettività notevolmente fluide e veloci, ci saranno altre soprese ad attenderci? Purtroppo SI, ci sono altre soprese! Alcuni servizi e piani tariffari, non possono essere subentrati; Non mi fraintendere, probabilmente ipotizzi che stiamo parlando di cose molto piccole, di situazioni davvero “eccezionali”, NULLA DI PIU’ SBAGLIATO! I servizi che non possono essere ne subentrati , ne traslocati (vedi qui l’articolo in caso di trasloco ) sono veramente tantissimi, ma , non volendoti volutamente elencare ogni singolo servizio (altrimenti questo articolo diventa veramente troppo lungo), posso semplicemente informarti che si tratta di servizi che possiedono una linea Voip, quindi stiamo parlando in alcuni casi di vecchie soluzioni “primordiali” di sperimentazione della linea telefonica VoiP come le offerte afferenti alle linee Tutto Compreso RTG o linee Tutto Compreso ISDN e tutte le linee in fibra in rame in fttc e tutte le linee in fibra pura con tecnologia ftth e le soluzioni di connettività professionali che utilizzano servizi e fatturazioni speciali. Si hai capito benissimo, tutti quei clienti che negli ultimi anni ’90 o di recente hanno eseguito trasformazioni o passaggi su tecnologia fibra in rame o fibra pura non possono subentrare la propria numerazione a favore di altra intestazione / società. Sono certo che a questo punto potrai darmi del ciarlatano, oppure pensi che non sia sano di mente, chiama il servizio clienti e per mio personale consiglio fallo più volte in fasce orarie diverse, sono certo riceverai anche interpretazioni del tutto disparate fra loro. L’unico modo per mantenere la propria numerazione di telefonia business con tim , specie se fibra o Voip è il totale silenzio-assenso , nel mantenere un intestazione sbagliata così da mantenere le promozioni sottoscritte o se proprio siamo ostinati, richiedere il downgrade della linea VoiP o fibra in tecnologia analogica o isdn, andando così a pagare costi di trasformazione che superano le 200€ oltre iva, tra intervento e costo dell’apparato per poi a conferma espletare la richiesta di subentro alla nuova intestazione e successivamente a modifica confermata, richiedere nuovamente il passaggio in tecnologia fibra, ricordando però che il downgrade e il ritorno in fibra comporterà sicuramente molti disagi e possibile blocco, distacchi, totoale assenza di anche per giorni dei servizi voce e dati. Alternativamente, potresti richiedere il mio intervento tramite una consulenza personalizzata a questo link == >> Richiedi Consulenza.

subentro linea fastweb
subentro linea fastweb

Subentro linea telefonica con Fastweb Aziende.

In caso di subentro della linea telefonica per servizi attivi con l’operatore Fastweb la situazione è molto simile a quella avuta con Vodafone Business. Come ben specificato nel modulo scaricabile da questo link: Consulenza Personalizzata. https://www.fastweb.it/documenti/modulistica/modulo_subentro_piccola_impresa.pdf Lo stesso recita nella parte inziale di pagina 3:
  1. di voler mantenere invariata Condizioni Generali di Contratto di seguito indicate: RICHIESTA DI SUBENTRO IL NUOVO CLIENTE/ CESSIONARIO DICHIARA: , qualora possibile, l’offerta commerciale sottoscritta, alle medesime condizioni economiche.
Ciò si traduce, seppur in maniera più morbida laddove l’offerta non sia veramente arcaica (vecchia) nel mantenimento integrale dell’offerta precedente.
subentro WindTre Business
subentro WindTre Business

Subentro linea telefonica con WindTre Business, voltura infostrada o voltura tre.

Nel caso di subentro della linea telefonica business con attivo un contratto di telefonia fissa e mobile con WindTre Business e/o ex Wind Business o ex H3G Business, si mantiene in caso di subentro linea telefonica il mantenimento di tutta l’offerta nei servizi e nelle condizioni sottoscritte in origine dal cessionario, sia in caso di linea analogica, linea isdn, linea Voip, linea fibra o in caso di soluzioni mobili con vecchie e nuove offerte del nuovo operatore che si è riposizionato a marchio unico WindTre. Specificando a mio modesto parere che questa si è la soluzione più pratica, più congeniale, con zero allarmismi o complicazioni, senza alcun disturbo burocratico o problemi tecnici.

Cosa fare in caso volessimo procedere al subentro della linea telefonica visti tutti i cavilli espressi sopra nei vari operatori?

In caso di subentro per linea telefonica business , che sia subentro tim, subentro vodafone, subentro fastweb, viste le varie complicazioni e la mancata certezza di mantenere i costi e i servizi della propria utenza telefonica, anche rispetto a quanto presente in termini di costi e servizi sul mercato, il mio personale consiglio è quello di valutare il contestuale ed eventuale passaggio dell’utenza oggetto di voltura verso altro gestore, così da ridefinire per intero e a vostro specifico vantaggio le regole del gioco. Sia con Tim, Vodafone, Fastweb saremo costretti inequivocabilmente a pagare eventuali costi supplementari, specie se il contratto non ha raggiunto la maturità nel pagamento dei costi di attivazione come modem e/o contributo iniziale che in tutti i casi ammonterà, tolte le rate già sanate ad un massimo di 240€ oltre iva, più eventuali penali e in caso di downgrade quasi sicuramente comporterà disservizi o assenza di linea per alcuni giorni. Ma di fatto seppur avremo un groviglio di costi iniziali tutto ciò ci permetterà di fare tabula rasa, di ripartire totalmente da 0 con la nuova intestazione; Avremo la reale certezza di sapere quanto paghiamo, quale servizio abbiamo realmente scelto, senza che nessuno dalla precedente gestione e/o dall’operatore di telefonia possa scegliere per nostro conto. Concludendo l’articolo , il mio personale consiglio e di non fare tutto da solo, di non farsi consigliare dell’amico che si cimenta senza conoscere veramente l’argomento; Contattare il tuo commerciale di fiducia sperando che è realmente esperto che ti segue da anni, oppure, qualora volessi potresti richiedere una mia consulenza personalizzata direttamente qui ==>> Consulenza personalizzata. Ricorda specie che la prima sarà del tutto gratuita.
 

CHI SONO

Piacere sono Giuseppe, consulente per passione, opero nel settore della telefonia da oltre un decennio. Aiuto e consiglio aziende e imprenditori con la massima trasparenza per ottenere le migliori condizioni possibili
 
 
custom logoGiuseppe VirziGiuseppe Virzi
5 Stelle 11 recensioni ricevute
google logo
Roberto Campanella Avatar
Roberto Campanella
6/27/2020 - Google

Ottima persona, professionalmente molto preparata. Affidabile e corretto molto chiaro e trasparente. Di solito con questi professionisti si lavora una volta sola perché poi c’è sempre qualcosa che non ti soddisfa, non è il caso nostro in quanto siamo al secondo rinnovo contrattuale e la soddisfazione è rimasta inalterata anzi è riuscito a proporci più servizi risparmiando pure. Lo consigliamo ad occhi chiusi.

 
 

Categorie

Ultimi Commenti

 

Subentro linea telefonica aziendale: sfatiamo un mito

Inizio col dire che quanto sto per raccontare sull’argomento sul subentro linea telefonica sono un insieme di cose , che ho visto accadere a tantissimi imprenditori, a centinaia dei clienti incontrati nella mia carriera di consulente nella telefonia business e proprio per questo motivo ho deciso di dare vita a quest’articolo. In moltissimi hanno sottovalutato il subentro linea telefonica aziendale, pensando che fosse un qualcosa di burocratico; Fatto il modulo e inviato, tutto è finito, come succede di norma per altro genere di servizi nelle volture utenze. Non avete realmente idea di quanto queste parole, quest’idea che frulla nella testa di ogni imprenditore prima di imbattersi in questa questione sia quanto di più sbagliato. Probabilmente non mi conosci, non sai chi sono e francamente dubito sia di tuo interesse, ma sono certo che se sei mai incappato o hai mai effettuato un subentro della linea telefonica, i capelli ti sono diventati veramente DRITTI! Se invece ti stai imbattendo per la prima volta nell’argomento, non farti scappare questa grande occasione, prima di bruciare centinaia o migliaia di euro, esclusivamente a causa di alcuni “cavilli tecnici”, che in fase di subentro telecom, subentro infostrada , voltura fastweb o  nel cambio intestatario sim vodafone, ti sei ritrovato nella tua fattura di telefonia aziendale; quindi presta attenzione a quest’argomento. Di cosa sto parlando? Credi che il cambio intestatario nella voltura telefono è un qualcosa di facile, di semplice? I call center delle varie compagnie affermano, nella maggior parte dei casi che non ci sono costi da pagare o peggio ancora, che cè una piccola quota e che per il resto tutto rimane invariato. Sarà vero? Oppure è una bugia? Be la verità sta nel mezzo, perché in fase di subentro telecom, subentro vodafone o subentro fastweb o di molti altri operatori telefonici c’è qualche piccolo ostacolo, un qualcosa di scritto specie nel modulo di subentro telecom, nel modulo subentro vodafone o nella procedura di fastweb subentro, che potrebbe andarti di traverso. Ma le vere soprese devono ancora manifestarsi! Cominciamo ad affrontare il discorso della voltura per la linea telefonica? Sei davvero pronto? Iniziamo……

Qual’è la documentazione utile al fine di procedere con il subentro della linea telefonica?

Come prima cosa, al fine di procedere alla voltura della tua linea telefonica con qualsiasi gestore, dobbiamo recuperare alcuni documenti necessari e obbligatori come:
  • Visura camerale del precedente intestatario entro i sei mesi di validità dalla richiesta di subentro.
  • Visura camerale nuovo intestatario entro i sei mesi di validità dalla richiesta di subentro con stato dell’azienda attivo.
  • Documento di riconoscimento del precedente intestatario in corso di validità.
  • Documento di riconoscimento del nuovo intestatario in corso di validità.
Ricordando inoltre. che tutte le richieste accompagnate da visura di evasione, visura ordinaria con stato dell’azienda inattiva o con documentazione poco leggibile , vengano SCARTATE! Raccolti tutti questi documenti, andremo a scaricare il modulo per la richiesta di subentro della linea telefonica dal sito del nostro operatore , faxsimile che si differenza da gestore a gestore con sfaccettature e cavilli del tutto diversi fra loro , ma andiamo ad analizzare quali possono essere i singoli casi studio per i grandi operatori nazionali.
Subentro Vodafone
Subentro Vodafone

Subentro linea telefonica con Vodafone Aziende o voltura Vodafone Business.

In Vodafone subentro, potremmo portare avanti la richiesta con 2 canali distinti, una documentale (classica) da ritrasmettere all’operatore e/o un’altra online dove la richiesta potrà essere effettuata totalmente dal sito Vodafone business, allegando la documentazione dettata sopra in pdf dall’area riservata. In ambedue i casi nel modulo subentro vodafone, sia nella versione documentale che in quella online scaricabile dal loro sito a questo indirizzo https://v1.vodafone.it/portal/resources/media/Other/modulo_subentro.pdf , troveremo durante la sua compilazione alcuni passaggi essenziali, (raccolta dei dati anagrafici, delle numerazioni fisse e mobili oggetto di subentro), ma , ecco la prima obiezione, bisogna stare attenti, perché proprio in prima pagina, scritto in piccolo, il punto 4 del modulo recita, quanto segue: La cessione del contratto comporta l’attivazione in capo al Cessionario del piano tariffario del Cedente, fatto salvo il caso in cui detto piano non sia più disponibile. In questo caso, Vodafone attiverà al Cessionario un piano standard tra quelli disponibili alla data della cessione del contratto (piano che sarà comunicato via SMS, via email o con altri mezzi idonei comunicati al Cedente da Vodafone), eventuali corrispettivi per recesso anticipato verranno addebitati al Cedente in un’unica soluzione. Tradotto in parole povere cosa significa tutto questo? La prima è che, se il vecchio intestatario possiede un piano tariffario non più sottoscrivile, non essendo più sul mercato, per ragioni a noi oscure, non potrà più essere trasmesso al nuovo intestatario e quindi all’atto della richiesta di subentro, Vodafone di sua totale iniziativa e a suo insindacabile giudizio, potrebbe in maniera arbitraria , assegnare un altro piano totalmente diverso, sia nei servizi che nei costi, rispetto a quello attivo in precedenza con il cessionario e di pari passo ciò comporta un ulteriore aggravio di costi, poiché nella maggior parte dei casi si andrà a perfezionare la richiesta da già cliente, con tariffe più elevate rispetto alle offerte riservate ai nuovi clienti. La seconda sfaccettatura, specie se questo subentro per quanto “cambio di intestazione” magari riporta soci uguali o diversi, è che si addebiterà in unica soluzione al vecchio intestatario altri costi, come recupero di eventuali promozioni precedentemente sottoscritte, addebiti concordati in maniera rateale (eventuali rate di terminali fissi e mobili e/o eventuali costi di attivazione ancora in corso di addebito) tutto ciò verrà totalmente fatturato in unica soluzione, gestione molto simile all’interruzione contrattuale, come se di trattasse quasi del tutto a un recesso contrattuale. Si tratta di qualcosa del tutto legale? Si lo è, perché è ben specificato nelle condizioni generali di contratto, ma allo stesso tempo sconcertante perché fin quando la richiesta non viene presa in carico e gestita, non saprete e non avrete idea in alcun modo possibile di quale sarà il piano / servizio e costo mensile futuro. Tutto ciò ti sembra possibile e corretto??
subentro tim
subentro tim

Subentro linea telefonica con Tim Business nella voltura telefono e rispettivo mantenimento della numerazione tramite la richiesta con il modulo di subentro impresa semplice

Contrariamente a Vodafone, il caso di voltura tim business / impresa semplice è aimè, ancora più complesso, perché le sfaccettature sono veramente diversificate; Andiamole a vedere singolarmente. Come prima cose bisogna fare una piccola premessa, TIM BUSINESS, articola i modi di subentro della linea telefonica in 2 macro categorie:
  • Subentro a titolo gratuito
  • Subentro oneroso
Il subentro a titolo gratuito comporta e si applica esclusivamente:
  • In caso di successione a titolo universale e mantenendo insegna/intestazione partita iva, in poche parole variando esclusivamente il legale rappresentante.
  • In caso di trasformazione societaria, cioè il mantenimento dell’insegna e della partita iva ma variando esclusivamente i componenti soci e/o amministratore.
Questa tipologia con telecom subentro definisce di fatto e mantiene attivi tutti i servizi e i costi precedentemente concordati e stipulati Il subentro oneroso, invece riguarda tutti quei casi in cui varia l’intestazione, i soci, l’anagrafica, una nuova società afferente ad una nuova partita iva e si paga un piccolo contributo di 12,91€ per la gestione della pratica , come definito all’interno del modulo subentro telecom. Sarà tutto qui o, come Vodafone, ci sono altre sorprese? E’ davvero una domanda retorica, se hai capito il senso e il potenziale di tale articolo, ti posso garantire che abbiamo appena aperto il vaso di pandora, specie in caso di subentro oneroso, scopriamo di cosa stiamo parlando. Ecco il modulo subentro tim, scaricabile da questo link: https://assistenza.timbusiness.it/guida/wp-content/uploads/2015/08/AA1Modello_di_Subentro_FISSO.pdf Nella richiesta di voltura telecom troveremo tante postille, note, quella di nostro interesse è presente nella pagina n° 2 , vedi lo screenshot sottostante che riporta quanto segue: Il Subentrante con telecom voltura dichiara di conoscere e accettare le disposizioni contenute nelle Condizioni Generali di Contratto per l’accesso al Servizio Telefonico di base e/o nelle Condizioni Generali di Contratto del Servizio Broadband presenti sul sito impresasemplice.it. e di essere a conoscenza che eventuali Offerte di Pricing e le Offerte/Servizi Digital e IT/ICT presenti sulla linea/e oggetto di subentro, sottoscritte dal Subentrato precedente intestatario, saranno cessate. Il Subentrante, rilevando il/i contratto/i relativo/i alla/e utenza/e, dichiara di assumere a proprio carico ogni onere, accertato o ancora da accertare, maturato dal Subentrato precedente intestatario. Tutto questo cosa significa? Il subentrante accetta di fatto implicitamente con il cambio anagrafico, con il subentro della linea fissa aziendale, si di possedere la numerazione del precedente intestatario se ambe due le parti accettano e firmano il modulo di subentro, ma, soprese delle sorprese, non potrà in alcun modo mantenere il piano tariffario, le promozioni precedentemente sottoscritte dal cedente, specie se sono presenti particolari vantaggi economici. Quindi? Significa che a subentro completato e senza magari aver dedicato la giusta attenzione al modulo, cosa che ho visto succedere moltissime volte, ti ritroverai in base al tuo profilo tariffario di origine tutte le chiamate a consumo! Si hai capito tornare indietro di 20 anni, andando a pagare probabilmente tutte le chiamate urbane , interurbane e sicuramente tutte le chiamate fatte verso i cellulari e vedendosi recapitare poi la fattura con la nuova intestazione, avrai una vera e propria bomba economica fra le mani che ti costringerà a contattare l’area clienti 191 per avere spiegazioni. Il 191 , ti fornirà dei piani tariffari di atterraggio ben diversi nel prezzo e probabilmente nei servizi rispetto a quanto si aveva attivo in precedenza, con enorme gap sui prezzi promozionali in caso di nuova utenza / rientro in Tim. Ma mi preme ricordarti che, almeno per la successiva fatturazione ti ritroverai nuovamente una bomba, poiché essendo i conti telefonici con pagamento postpagato, cioè prima usi e poi paghi, la variazione fatta con il servizio clienti troverà applicazione solo e forse in maniera parziale con il rendiconto telefonico successivo alla richiesta di variazione concordata e potrai avere si una flessione economica, ma mai pari o simile al costo della linea del cedente, specie se rientrata da altro gestore. Non volermene , ma ancora non abbiamo finito… La cosa più assurda e ti posso garantire che lungo la mia carriera ho visto realmente concretizzarsi questa sfaccettatura, è che se il precedente intestatario oggetto di subentro, nutre dei debiti nei confronti di TIM (fatture non sanate), sarai tu a fartene carico, sarai costretto a pagare interamente tutto l’ammontare scaturito in precedenza, importo che ti verrà reso noto solo dopo aver subentrato la numerazione, quindi di fatto facendo un passo nel buio senza mezzi termini. Ok, così facendo abbiamo definito la parte generica e i tipi e i modi dei subentri di TIM BUSINESS, ma per i servizi VoiP, cioè quelli che tra il 2016 – 2018 si sottoscrivono con maggiore interesse , fornendo connettività notevolmente fluide e veloci, ci saranno altre soprese ad attenderci? Purtroppo SI, ci sono altre soprese! Alcuni servizi e piani tariffari, non possono essere subentrati; Non mi fraintendere, probabilmente ipotizzi che stiamo parlando di cose molto piccole, di situazioni davvero “eccezionali”, NULLA DI PIU’ SBAGLIATO! I servizi che non possono essere ne subentrati , ne traslocati (vedi qui l’articolo in caso di trasloco ) sono veramente tantissimi, ma , non volendoti volutamente elencare ogni singolo servizio (altrimenti questo articolo diventa veramente troppo lungo), posso semplicemente informarti che si tratta di servizi che possiedono una linea Voip, quindi stiamo parlando in alcuni casi di vecchie soluzioni “primordiali” di sperimentazione della linea telefonica VoiP come le offerte afferenti alle linee Tutto Compreso RTG o linee Tutto Compreso ISDN e tutte le linee in fibra in rame in fttc e tutte le linee in fibra pura con tecnologia ftth e le soluzioni di connettività professionali che utilizzano servizi e fatturazioni speciali. Si hai capito benissimo, tutti quei clienti che negli ultimi anni ’90 o di recente hanno eseguito trasformazioni o passaggi su tecnologia fibra in rame o fibra pura non possono subentrare la propria numerazione a favore di altra intestazione / società. Sono certo che a questo punto potrai darmi del ciarlatano, oppure pensi che non sia sano di mente, chiama il servizio clienti e per mio personale consiglio fallo più volte in fasce orarie diverse, sono certo riceverai anche interpretazioni del tutto disparate fra loro. L’unico modo per mantenere la propria numerazione di telefonia business con tim , specie se fibra o Voip è il totale silenzio-assenso , nel mantenere un intestazione sbagliata così da mantenere le promozioni sottoscritte o se proprio siamo ostinati, richiedere il downgrade della linea VoiP o fibra in tecnologia analogica o isdn, andando così a pagare costi di trasformazione che superano le 200€ oltre iva, tra intervento e costo dell’apparato per poi a conferma espletare la richiesta di subentro alla nuova intestazione e successivamente a modifica confermata, richiedere nuovamente il passaggio in tecnologia fibra, ricordando però che il downgrade e il ritorno in fibra comporterà sicuramente molti disagi e possibile blocco, distacchi, totoale assenza di anche per giorni dei servizi voce e dati. Alternativamente, potresti richiedere il mio intervento tramite una consulenza personalizzata a questo link == >> Richiedi Consulenza.

subentro linea fastweb
subentro linea fastweb

Subentro linea telefonica con Fastweb Aziende.

In caso di subentro della linea telefonica per servizi attivi con l’operatore Fastweb la situazione è molto simile a quella avuta con Vodafone Business. Come ben specificato nel modulo scaricabile da questo link: Consulenza Personalizzata. https://www.fastweb.it/documenti/modulistica/modulo_subentro_piccola_impresa.pdf Lo stesso recita nella parte inziale di pagina 3:
  1. di voler mantenere invariata Condizioni Generali di Contratto di seguito indicate: RICHIESTA DI SUBENTRO IL NUOVO CLIENTE/ CESSIONARIO DICHIARA: , qualora possibile, l’offerta commerciale sottoscritta, alle medesime condizioni economiche.
Ciò si traduce, seppur in maniera più morbida laddove l’offerta non sia veramente arcaica (vecchia) nel mantenimento integrale dell’offerta precedente.
subentro WindTre Business
subentro WindTre Business

Subentro linea telefonica con WindTre Business, voltura infostrada o voltura tre.

Nel caso di subentro della linea telefonica business con attivo un contratto di telefonia fissa e mobile con WindTre Business e/o ex Wind Business o ex H3G Business, si mantiene in caso di subentro linea telefonica il mantenimento di tutta l’offerta nei servizi e nelle condizioni sottoscritte in origine dal cessionario, sia in caso di linea analogica, linea isdn, linea Voip, linea fibra o in caso di soluzioni mobili con vecchie e nuove offerte del nuovo operatore che si è riposizionato a marchio unico WindTre. Specificando a mio modesto parere che questa si è la soluzione più pratica, più congeniale, con zero allarmismi o complicazioni, senza alcun disturbo burocratico o problemi tecnici.

Cosa fare in caso volessimo procedere al subentro della linea telefonica visti tutti i cavilli espressi sopra nei vari operatori?

In caso di subentro per linea telefonica business , che sia subentro tim, subentro vodafone, subentro fastweb, viste le varie complicazioni e la mancata certezza di mantenere i costi e i servizi della propria utenza telefonica, anche rispetto a quanto presente in termini di costi e servizi sul mercato, il mio personale consiglio è quello di valutare il contestuale ed eventuale passaggio dell’utenza oggetto di voltura verso altro gestore, così da ridefinire per intero e a vostro specifico vantaggio le regole del gioco. Sia con Tim, Vodafone, Fastweb saremo costretti inequivocabilmente a pagare eventuali costi supplementari, specie se il contratto non ha raggiunto la maturità nel pagamento dei costi di attivazione come modem e/o contributo iniziale che in tutti i casi ammonterà, tolte le rate già sanate ad un massimo di 240€ oltre iva, più eventuali penali e in caso di downgrade quasi sicuramente comporterà disservizi o assenza di linea per alcuni giorni. Ma di fatto seppur avremo un groviglio di costi iniziali tutto ciò ci permetterà di fare tabula rasa, di ripartire totalmente da 0 con la nuova intestazione; Avremo la reale certezza di sapere quanto paghiamo, quale servizio abbiamo realmente scelto, senza che nessuno dalla precedente gestione e/o dall’operatore di telefonia possa scegliere per nostro conto. Concludendo l’articolo , il mio personale consiglio e di non fare tutto da solo, di non farsi consigliare dell’amico che si cimenta senza conoscere veramente l’argomento; Contattare il tuo commerciale di fiducia sperando che è realmente esperto che ti segue da anni, oppure, qualora volessi potresti richiedere una mia consulenza personalizzata direttamente qui ==>> Consulenza personalizzata. Ricorda specie che la prima sarà del tutto gratuita.
 

CHI SONO

Piacere sono Giuseppe, consulente per passione, opero nel settore della telefonia da oltre un decennio. Aiuto e consiglio aziende e imprenditori con la massima trasparenza per ottenere le migliori condizioni possibili
 
 
custom logoGiuseppe VirziGiuseppe Virzi
5 Stelle 11 recensioni ricevute
google logo
Roberto Campanella Avatar
Roberto Campanella
6/27/2020 - Google

Ottima persona, professionalmente molto preparata. Affidabile e corretto molto chiaro e trasparente. Di solito con questi professionisti si lavora una volta sola perché poi c’è sempre qualcosa che non ti soddisfa, non è il caso nostro in quanto siamo al secondo rinnovo contrattuale e la soddisfazione è rimasta inalterata anzi è riuscito a proporci più servizi risparmiando pure. Lo consigliamo ad occhi chiusi.

 
 

Categorie

Ultimi Commenti

98 Condivisioni